Centrale del Latte di Roma. UGL Agroalimentare: “Dramma per i 162 lavoratori. Roma Capitale convochi urgentemente il tavolo”

16

(Meridiana Notizie) Venerdì 11 novembre 2022 – “Lactalis per la seconda volta mostra la poca attenzione per il capitale umano degli stabilimenti in Italia. – afferma la Segreteria Nazionale Ugl Agroalimentare – Dopo la doccia fredda del 22 aprile che ha colpito i lavoratori dell’Alival, nel pomeriggio di ieri i lavoratori della Centrale del Latte di Roma hanno appreso dalla stampa, senza alcun preavviso, la volontà di Parmalat di restituire le quote al Comune di Roma, nonostante l’ultimo incontro tenutosi una settimana fa tra la dirigenza della CdL, le Rsu e le segreterie sindacali”.

“Come Ugl Agroalimentare – prosegue la nota – abbiamo chiesto urgentemente l’istituzione di un Tavolo di confronto già il 12 settembre, senza ottenere dal Campidoglio alcuna risposta. E’ inevitabile la dichiarazione dello stato di agitazione per i lavoratori della Centrale del Latte – conclude l’Ugl Agroalimentare – e la richiesta ancora più urgente dell’istituzione di un tavolo di confronto da parte del Comune di Roma, con le organizzazioni sindacali, Parmalat, Centrale del Latte e gli attori della filiera, per evitare che esploda una bomba sociale per i 162 lavoratori dipendenti e per l’Intero indotto”.

Articolo precedenteIl CNEL dà voce ai giovani
Articolo successivoAmbiente, Rea: “Su abbattimento orso e lupo ministro Lollobrigida illogico e fuori luogo”