LANUVIO, ASSESSORE DI PIETRO: POLEMICA SUL CIMITERO INUTILE E PRETESTUOSA

255

“Leggo da una nota dell’opposizione che il cimitero di Lanuvio verserebbe in gravi condizioni di pericolo e di degrado, peccato che a me non risulti nulla di tutto ciò – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici di Lanuvio Mario di Pietro. “Per quanto riguarda la presunta pericolosità degli impianti elettrici posso tranquillizzare tutti che sono stati effettuati diversi interventi di messa in sicurezza degli stessi nella parte monumentale e che la luce votiva è alimentata a 24volt, di conseguenza non costituisce alcun pericolo per l’incolumità dei cittadini, diversamente il dirigente avrebbe chiuso l’accesso al pubblico con un’ordinanza. La gestione del cimitero è assegnata ad una ditta esterna attraverso la stipula di un contratto la cui applicazione viene regolarmente controllata dall’amministrazione. Sul problema “posti”, l’opposizione finge di non sapere che sono diversi gli interventi fatti per recuperare spazi, l’ultimo dei quali terminato qualche mese fa. Per l’inizio del 2023 invece è previsto l’avvio dei lavori per costruire 70 nuovi loculi. Il tema del degrado, infine, è del tutto pretestuoso. Il termine degrado non rappresenta assolutamente la situazione del nostro cimitero, che siamo consapevoli si possa comunque migliorare. C’è sicuramente molto altro da fare – ha concluso Di Pietro – ma tantissimo è stato già realizzato anche dalla giunta precedente. Dimostrazione di ciò è la scelta dei cittadini che alle scorse elezioni hanno scelto una continuità politica e amministrativa perché, evidentemente, hanno riconosciuto in noi gli unici interlocutori capaci di dare risposte concrete”.

Articolo precedentePatrimonio, M5S Roma: “Strano concetto di legalità portato avanti da Pd, con tutela occupazioni irregolari”
Articolo successivoLatina, presentazione del triennio di “Biologia con Curvatura Biomedica”