MANOVRA: BALDASSARRE (LEGA), ‘CAMBIO DI PASSO SU FAMIGLIA, NATALITA’ E DONNE’

25

”Il governo ha approvato una manovra che segna un cambio di passo su questioni fondamentali per la nazione, come famiglia, genitorialità, natalità, diritti delle donne. Un miliardo e mezzo investito su queste politiche, un impegno imponente rispetto al passato. Con politiche come l’aumento dell’assegno unico familiare tarato in base al numero dei figli, per incentivare la natalità e sostenere le famiglie numerose, e il finanziamento strutturale per dare una mano ai genitori che lavorano, e soprattutto alle mamme, su cui gravano di più i lavori di cura domestici. Ugualmente significativi sono l’aumento di un mese del congedo di maternità retribuito all’80% e ‘Opzione donna’, con il diritto alla pensione anticipata a 60 anni per tutte le donne, con l’abbassamento dell’età pensionabile fino a 58 anni, a seconda del numero dei figli”. Così l’eurodeputata Simona Baldassarre, responsabile del Dipartimento Famiglia della Lega, in una nota. “Con questa manovra, ancora, si pone il principio di superamento dell’Isee con il quoziente familiare, per sostenere la natalità e favorire un approccio più progressivo. L’assegno per i figli disabili diventa permanente. Inoltre, viene istituito un fondo che i Comuni distribuiranno alle famiglie bisognose per sostenere i loro consumi, a partire dai beni di prima necessità, come pane, pasta e latte. Poi, abbiamo il taglio dell’iva al 5% per i beni per l’infanzia (pannolini e omogeneizzati) e la tampon tax. In conclusione, una manovra che segna un nuovo inizio nel rapporto con la famiglia”, conclude la leghista.

Articolo precedenteROMA, PALOZZI: “METRO B SEMPRE PIU’ TRENO MERCI. MISURA COLMA”
Articolo successivoIl portale storico della Presidenza della Repubblica