Salute, due alleati formidabili: alimentazione corretta e sport

23

di Debora Felici

Come ci dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la salute non è soltanto l’assenza di malattie o infermità ma uno “stato di completo benessere fisico, mentale e sociale”.

Due grandi alleati della salute sono la corretta alimentazione e lo sport. La condizione di buona salute è infatti strettamente collegata al buono stato nutrizionale. Quest’ultimo, a sua volta, è determinato dal cibo che mangiamo in relazione alla capacità di digerire, assorbire e utilizzare le sostanze nutritive ed è direttamente influenzato dagli alimenti e dal loro contenuto in nutrienti. Come ci spiega il Ministero della Salute, un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute, mentre un’alimentazione non corretta incide sul benessere psico-fisico e rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di malattie.

Per divulgare le regole della corretta alimentazione il Ministero della Salute ha promosso la campagna “La nutrizione giocando”, rivolta agli insegnanti e ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Negli e-book per insegnanti e scolari, scaricabili dal sito del Ministero, si propone il modello della dieta mediterranea, che prevede consiglia un consistente apporto quotidiano di cereali o loro derivati, un consumo giornaliero di frutta e verdura (3 frutti e almeno 2 piatti di verdure), un uso frequente di legumi (almeno 3 volte la settimana) e un moderato apporto settimanale di proteine di origine animale.

Un ruolo cruciale per la salute lo gioca l’attività fisica, che dovrebbe essere praticata in modo costante. In ogni età e fase della vita, svolgere attività fisica con regolarità significa fare una scelta a favore della propria salute, ci dice anche l’Istituto Superiore di Sanità: praticata regolarmente, l’attività fisica contribuisce a mantenere e migliorare il benessere psicofisico, a ridurre i sintomi di ansia, stress, depressione e anche della solitudine, perché può essere svolta in compagnia, Migliora il sonno, favorisce la riduzione della pressione arteriosa e il controllo del livello di glicemia e colesterolo nel sangue, aiuta a prevenire malattie metaboliche, cardiovascolari e neoplastiche e artrosi e contribuisce a ridurre il tessuto adiposo in eccesso perché facilita il raggiungimento del bilancio energetico. Comporta benefici evidenti anche per l’apparato muscolo-scheletrico e riduce il rischio di cadute nella popolazione anziana. Contribuisce, inoltre, a gestire le principali patologie croniche non trasmissibili e quindi a migliorare la qualità della vita.

Come spiega la SID – Società italiana di diabetologia, è consigliabile ripartire il tempo della nostra giornata in attività dinamiche e statiche seguendo il più possibile la “piramide” di cui alla foto: camminare il più spesso possibile, e fare le scale invece di prendere l’ascensore. Svolgere esercizi aerobici della durata di almeno 20 minuti come nuotare, andare in bicicletta, camminata veloce per tre/cinque volte alla settimana. Con la stessa cadenza, e con durata di almeno 30 minuti, è consigliabile praticare attività ricreative sportive come calcio, tennis, escursioni, ecc. Due/tre volte alla settimana si dovrebbero fare attività ricreative come golf, giardinaggio, ecc. oppure esercizi muscolari come yoga, stretching, sollevamento pesi, ecc. E’, infine, consigliato risparmiare molto del tempo dedicato alle attività sedentarie come guardare la televisione, evitando di stare seduti ininterrottamente per più di 30 minuti.

La tabella che segue ci fornisce un’idea di massima dell’attività fisica necessaria per “consumare” quello che viene assunto con l’alimentazione, con i minuti di cammino, bicicletta o corsa necessari per consumare l’energia equivalente ad alcune porzioni di cibo di uso comune. Buon movimento a tutti!

Foto da www.siditalia.it

 

Articolo precedenteSicurezza stradale di Roma, controlli della Polizia di Roma Capitale nel fine settimana: circa 7.000 verifiche e 1.128 sanzioni
Articolo successivoCon «Niente Sesso, Siamo Inglesi» torna a Frascati il teatro comico e brillante della compagnia Chi Sarà Di Scena APS