Aprilia, alla guida di un tir fugge dopo incidente stradale perché privo di assicurazione, rintracciato dalla polizia locale di Lanuvio.

73

Aprilia, alla guida di un tir fugge dopo incidente stradale perché privo di assicurazione, rintracciato dalla polizia locale di Lanuvio.  Parliamo di un sinistro avvenuto venerdì sera su via Nettunense, all’altezza con via G. Matteotti ad Aprilia, che ha coinvolto un’utilitaria, con a bordo una donna anziana di Lanuvio e un articolato, condotto da un 40enne di Aprilia, che non si è fermato su strada a prestare soccorso e/o valutare eventuali danni causati dall’incidente.

Uno scontro senza feriti, ma con danni evidenti alla utilitaria della donna costretta a chiamare il numero delle emergenza 112. Lanciato l’allarme sono intervenute sul posto alcune pattuglie della polizia locale di Lanuvio in servizio sul territorio che hanno intercettato il mezzo in transito su via Nettunense, dopo che lo stesso aveva scaricato della merce in un magazzino di zona.
L’autoarticolato veniva così bloccato e il conducente identificato dagli agenti di polizia locale. Dai controlli il mezzo, di proprietà di una azienda di trasporti di Pomezia, risultava privo di copertura assicurativa pertanto il conducente è stato immediatamente sanzionato e il tir sottoposto a sequestro amministrativo.
“Appare assurdo che una azienda ed un suo dipendente possano fare circolare un mezzo privo di copertura assicurativa non curante delle conseguenze che tale atto può portare, senza considerare peraltro le dimensione dello stesso – spiega Sergio Ierace , comandante della polizia locale di Lanuvio – Questa volta è andata bene perché i danni alle vetture provocati dalla scontro sono stati lievi, ma soprattutto senza feriti. Ricordo, però, che il semplice non fermarsi a seguito di incidente anche senza feriti è reato (di fuga). Ancora più grave è la fuga con feriti (reato di omissione di soccorso), senza poi considerare le conseguenze sia penali che civili in caso di omicidio stradale. Controlliamo sempre i documenti dei nostri veicoli prima di metterci alla guida, ne va della nostra e dell’altrui sicurezza”
Articolo precedenteGIORGIA MELONI: “IL NOME DEL CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO? LO SAPRETE LUNEDI'”
Articolo successivoStrade, Bruognolo (Lega): Sulla litoranea continua la strage degli pneumatici, servono interventi urgenti