Roma, domani al Centro Studi Americani si parla di Trial Clinici Decentralizzati, tra etica e opportunità di sviluppo

15

 

L’obiettivo è illustrare possibili direttrici di fattibilità di protocolli decentralizzati nel nostro Paese, individuando criticità, opportunità e delineando una prima proposta di linee di indirizzo

(MeridianaNotizie) Roma, 13 dicembre 2022 – Domani, mercoledì 14 dicembre, a Roma, presso il Centro Studi Americani, a partire dalle ore 14, saranno presentati i risultati del Gruppo di lavoro multidisciplinare costituito da Fondazione The Bridge sul tema dei Trial Clinici Decentralizzati.

Partendo dallo studio delle best practice europee e internazionali, il Gruppo ha condotto un’analisi delle forme decentralizzate dei trial clinici, sia da un punto di vista normativo e logistico – cercando di comprendere le opportunità per il sistema Paese e per la cittadinanza, nonché ostacoli e fattibilità – sia da un punto di vista etico, tenendo in dovuto conto la semplificazione delle procedure intervenuta durante l’emergenza pandemica.

Il risultato di questa analisi è poi confluito in un documento che definisce le possibili direttrici di fattibilità di protocolli decentralizzati nel nostro Paese, individuando criticità, opportunità e delineando una prima proposta di linee di indirizzo.

Nel corso della giornata di lavoro saranno presentati i risultati emersi dall’analisi. Seguirà una discussione con rappresentanti delle istituzioni e della politica, delle associazioni di pazienti, delle società scientifiche e con gli altri stakeholder della società civile organizzata interessati al tema.

L’evento è realizzato da Fondazione The Bridge con il patrocinio dell’Istituto Superiore della Sanità e Agenas – Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

 

È possibile seguire l’evento in streaming: https://www.youtube.com/@fondazionethebridge9126

 

 

Fondazione The Bridge è un soggetto indipendente e senza scopo di lucro che si occupa di politiche sanitarie ed ha come obiettivo la tutela del diritto alla salute. Si pone come tramite tra istituzioni e associazioni di pazienti, società di ricerca scientifica e sociale, accademia, mondo clinico e industria per agevolarne il corretto confronto. I suoi valori fondanti e irrinunciabili sono universalismo, equità, innovazione responsabile, sostenibilità, sensibilizzazione alla diversità, inclusione e pluralismo. Contribuisce al dibattito e al confronto con istituzioni e diversi attori del sistema sociosanitario, elaborando ricerche, indagini, campagne divulgative, organizzando iniziative volte a diffondere temi di interesse sociosanitario di grande attualità, promuovendo il dibattito pubblico grazie agli attori del settore.

In pochi anni si è imposta come punto di riferimento nel dibattito, regionale e nazionale, sui principali temi e problematiche del servizio sanitario nazionale, grazie agli esperti e membri del suo comitato scientifico e l’approfondito lavoro di ricerca e analisi. Punti di forza del suo lavoro sono i dossier e le ricerche in cui raccoglie i propri lavori, preziosi strumenti per comprendere la realtà, orientare le politiche e informare i cittadini, nonché l’organizzazione di consensus conference, convegni scientifici, momenti di confronto e corsi di formazione condotti da personalità altamente qualificate.

Fondazione The Bridge è Membro del Board di EUPHA (European Public Health Association) e ha stretto protocolli d’intesa con associazioni, università e altri soggetti che operano nell’ambito delle politiche sanitarie.

Articolo precedenteIl Documentario Kordon in tour ai confini con l’Ucraina con la regista Alice Tomassini
Articolo successivoDISABILI, SANTORI E BRUOGNOLO (LEGA): “CANTONATA CAMPIDOGLIO, TAR BOCCIA REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO ”