“UN GRANDE PASSATO CHE GUARDA AL FUTURO” – Al via la campagna iscrizioni 2023 di Archeoclub Aricino Nemorense aps

36

L’Archeoclub Aricino Nemorense aps con lo slogan “Un grande passato che guarda al futuro” apre la Campagna Iscrizioni 2023. L’ente, inserito nell’Albo delle Associazioni operanti nel Comune di Ariccia, contribuisce da molti anni alla promozione culturale dei cittadini, dedicandosi allo studio, divulgazione, conservazione e salvaguardia del considerevole patrimonio archeologico e artistico ariccino in collaborazione con gli enti preposti. In particolare svolge le proprie attività presso la Locanda Martorelli, valorizzando il luogo e la storia dei personaggi del Gran Tour che vi hanno soggiornato e promuovendo la conoscenza di tale importante bene culturale di Ariccia.

L’Archeoclub Aricino-Nemorense è altresì promotore da anni, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, nella realizzazione di progetti di tutela e recupero del territorio. Si appresta ad entrare a far parte degli enti iscritti nel Registro Unico del terzo Settore (RUNTS) ed è partner di associazioni nazionali.

L’Ente per il 2023 ha messo a punto un programma di iniziative culturali, con avvio dal prossimo gennaio, tra cui un interessante Corso di Archeologia e Storia dell’Arte “Tra la via Appia e la via Latina”, che si svolgerà, per quanto riguarda le lezioni frontali, nella prestigiosa sede di Palazzo Chigi dal mese di febbraio. Il Corso 2023 è patrocinato dal Comune di  Ariccia e da Italia Nostra Lazio e prevede una serie di visite didattiche ai siti archeologici,  artistici e religiosi che saranno oggetto delle lezioni.

Abbiamo raccolto in merito le dichiarazioni del Sindaco di Ariccia Gianluca Staccoli: “Sicuramente questo corso sarà occasione di conoscenza dell’importante patrimonio culturale del territorio in cui viviamo in particolare della Via Appia con i suoi monumenti e dei beni artistici dell’antico feudo Aricino prima dei Savelli e poi dei Chigi“.

I docenti che hanno aderito all’edizione 2023 del corso promosso dall’Archeoclub Aricino Nemorense aps sono:  Emanuela Angelone (Direttrice del Parco dei Castelli Romani), Alberto Crielesi (ricercatore e Storico dell’Arte), Dott.ssa Rosa De Santis (studiosa del territorio), Francesco Petrucci (Conservatore di Palazzo Chigi e Storico dell’Arte), Simone Quilici (Direttore del Parco dell’Appia Antica), Caterina Rossetti (archeologa del Parco Regionale dell’Appia Antica), Alberto Silvestri (ricercatore indipendente), Alessandra Silvestri (studiosa del territorio) e Maria Cristina Vincenti (archeologa/museologa dottore di ricerca Università di Tor Vergata).

Possono partecipare al Corso di Archeologia e Storia dell’Arte “Tra la via Appia e la via Latina”, coloro che hanno aderito all’Associazione per l’anno 2023

Per informazioni ed iscrizioni ALL’ARCHEOCLUB ARICINO NEMORENSE APS: archeoclubaricia@alice.it; archeoclubaricinonemorense@gmail.com;

vincentimariacristina@virgilio.it; (coordinatore del corso dott.sa archeologa Maria Cristina Vincenti tel. 388/3636502 – anche whatsapp).

Articolo precedentePresentato stamane a Roma il Quinto Rapporto Auditel-Censis: LA TRANSIZIONE DIGITALE DEGLI ITALIANI
Articolo successivoCIVITAVECCHIA, VOLPI – QUARZO (FDI): BENVENUTI IN FDI A MARI E CACCIAPUOTI