Edilizia, Federici (Lega): Sulle forzature della Comunità Europea riguardo la classe energetica pronti a fare le barricate

144

“La comunità europea vorrebbe che dal 2030 non siano più affittabili ne vendibili le case caratterizzate da una classe energetica scadente. Credo, dal mio modestissimo punto di vista, che sia giusto adeguare il nostro patrimonio immobiliare, ma al tempo stesso che il governo debba aiutare i cittadini che non riescono a farlo” così in una nota stampa Eugenia Federici, candidata della Lega alle elezioni regionali del Lazio.

“Adeguare i propri immobili senza il supporto dello Stato – continua – non è alla portata di tutti, soprattutto dopo l’entrata nell’euro che ha praticamente oltre che dimezzato il potere di acquisto delle famiglie italiane. Stiamo vivendo, inoltre, un momento caratterizzato dalla lenta uscita dalla crisi pandemica, dal conflitto tutt’ora in corso in Ucraina, catalizzatori non solo di drammatici eventi umani, ma anche di disastrosi fenomeni economici”.

“Uno stato che voglia definirsi tale non deve guardare solamente alle voci di spesa, ma al ritorno in termini di benefici. Abbattimento dei consumi e del fabbisogno energetico del paese con conseguente riduzione della dipendenza dalle fonti energetiche provenienti dall’estero e la creazione di posti di lavoro. Questo i cittadini non possono farlo da soli, è possibile farlo insieme, mantenendo i bonus per chi non ce la fa, aumentando i controlli e arrestando i furbetti. Questo Paese ha bisogno di lavoro, di investimenti, di sviluppo non di furbi. Concordo e sposo a voce alta, quindi, la linea dettata dal nostro leader Matteo Salvini, secondo cui la scelta sarà esclusivamente del governo italiano, e mai una imposizione dell’Europa”.
“Se sarà necessario – conclude Federici – faremo barricate per difendere la casa degli italiani”.

24 gennaio 2023

Articolo precedenteConferenza European Jewsih: Grippo (Az-Iv), cultura e istruzione contro negazione e antisemitismo
Articolo successivoUrso. UGL: “Rafforzamento tutele del made in Italy”