Sicurezza, Bruognolo-Santori (Lega): Una struttura per i giovani studenti costata 18 milioni in ostaggio del campo rom

50

“Nel 2021 DiSCo Lazio, l’ente regionale per il diritto allo studio, ha inaugurato alla presenza di Zingaretti una residenza per universitari di circa 200 posti letto. Situata in Vicolo Savini, nell’VIII municipio di Roma, è costata ai contribuenti 18 milioni di euro,e ad oggi rimane ancora una struttura fantasma, senza alcuno studente alloggiato al suo interno”, così in una nota Tony Bruognolo, candidato della Lega alle elezioni regionali del Lazio, e Fabrizio Santori, Consigliere di Roma Capitale.
“La struttura – continuano – sarebbe molto utile per tutti gli studenti fuori sede del vicino ateneo di Roma Tre, mentre è invece abbandonata come una cattedrale nel deserto. Temiamo che il reale motivo per il quale non venga ancora utilizzata scaturisca dalla paura di ritorsioni da parte degli abitanti del vicino campo rom, in passato già al centro di episodi di violenza, avvenuti presso il pronto soccorso dell’Ospedale San Camillo. D’Amato aveva promesso dei Daspo, ma il campo è ancora lì, mentre le strade vicine, pattugliate continuamente dai rom, sono ormai inavvicinabili per gli studenti e gli abitanti di zona, preoccupati per la loro incolumità”.
“L’idea – concludono Bruognolo e Santori – che un investimento così importante per la comunità e per i giovani possa essere ostaggio di un gruppo di violenti fa rabbrividire. A quanto pare, tuttavia, la residenza universitaria sembra essere incompatibile con la presenza del campo nomadi, ed il Partito Democratico laziale appare rassegnato a sottomettersi alla brutalità dei pochi, anziché far valere le ragioni dei molti. È necessario sgomberare il prima possibile il campo, affinché si restituisca un quartiere sicuro nelle mani dei cittadini. Situazioni del genere non sono più ammissibili”.

Roma,9 gennaio 2023

Articolo precedenteAnzio, visita di prestigio all’Osteria Villa Rugantino: arriva lo chef “5 stelle” Michelin, Igles Corelli
Articolo successivoRoma, Caramanica(Rea): “Bando canili comunali lacunoso e insufficiente”