Roma: omicidio a Torpignattara, vittima vicina al clan Senese di Ostia, indaga l’Antimafia

58

(MeridianaNotizie) Roma, 14 marzo 2023 – Otto colpi di pistola sparati da una pistola calibro 9 per 21, di cui quattro hanno raggiunto ed ucciso Luigi Finizio, 51 anni originario di una famiglia campana, ma da anni residente a Roma. L’uomo aveva precedenti per droga, rapina e ricettazione ma, pur essendo il fratello di Fabrizio Finizio, cognato di Angelo Senese, capoclan avversario del clan Spada ad Ostia, non era considerato un esponente di spicco. Eppure ieri, in via dei Ciceri a Torpignattara, è stato freddato con le modalità che si riservano ad un boss. In due su uno scooter, mentre uno guidava, l’altro ha sparato tanti colpi quanti ne servivano per essere sicuro di aver ucciso. Luigi Finizio, sorpreso mentre faceva rifornimento alla sua auto in una stazione di servizio, non ha avuto il tempo di scappare. E’ rimasto agonizzante a terra mentre i passanti, tra cui un medico, tentavano di mantenerlo in vita in attesa dei soccorsi. Il corpo del 51enne è rimasto nell’area di servizio fino a quando gli agenti della Squadra Mobile e della polizia scientifica, non hanno ultimato i rilievi. Una indagine che, considerando i collegamenti della vittima con i clan mafiosi operanti nella Capitale, non ha tardato a diventare di competenza dell’Antimafia di Roma.

Articolo precedenteRoma, potature sulla Cassia: al via i lavori
Articolo successivoCOMITATO CENTRO DIURNO DISABILI ARDEA: “A QUANDO L’APERTURA DEI LOCALI IN VIA TERNI 22?”