Premi: il Brasile vince l’ottava edizione dell’Ernesto Illy International Coffee Award

3

(Adnkronos) – Il Brasile con l’azienda São Mateus Agropecuaria è il vincitore del premio 'Best of the Best' conferito a Josè Eduardo Dominicale in occasione dell’ottava edizione dell’Ernesto Illy International Coffee Award. Il riconoscimento, intitolato alla memoria del visionario leader di illycaffè, figlio del fondatore dell'azienda, celebra il lavoro quotidiano che illycaffè compie da oltre 30 anni a fianco dei produttori per offrire il miglior caffè sostenibile. Il premio è stato consegnato dal presidente Andrea Illy durante la cena di gala che si è tenuta alla New York Public Library. Il premio è stato assegnato da una giuria internazionale indipendente di 9 esperti che hanno esaminato i migliori lotti della produzione 2022-2023 attraverso una degustazione alla cieca dei 9 caffè provenienti dai 9 Paesi che rappresentano il blend illy: Brasile, Costa Rica, El Salvador, Etiopia, Guatemala, Honduras, India, Nicaragua e Ruanda. Prima di arrivare alla giuria, ogni lotto di caffè è stato analizzato dai laboratori di qualità di illycaffè e poi giudicato in base alla ricchezza e complessità aromatica, l'eleganza e l'equilibrio dei sapori e l'intensità dell'aroma. La Finca Danilandia di Luis Arimany Mondonico del Guatemala si è aggiudicata il premio Coffee Lovers’ Choice, conferito da una giuria di consumatori che nelle settimane precedenti all’evento hanno degustato alla cieca gli stessi campioni nei caffè illy di Trieste, Milano, Parigi, Londra, San Paolo e New York, esprimendo la propria preferenza. “La vittoria assoluta di un caffè brasiliano di agricoltura rigenerativa – scelto alla cieca da una giuria di esperti indipendenti tra i nove migliori caffè del mondo – mi riempie di gioia. La storia del premio Ernesto Illy è iniziata infatti in Brasile nel 1991, e ciò conferma che i riconoscimenti ricevuti dalla illycaffè per aver trasformato il Brasile da leader di quantità anche in leader di qualità sono meritati", dichiara Andrea Illy. "Dopo più di venticinque anni di lavoro incessante del nostro team di agronomi e dell'Università del caffè, il salto è stato fatto grazie all'agricoltura rigenerativa, che abbiamo deciso di sviluppare nel 2018 per i suoi benefici all'ambiente e alla salute”, continua.  La giuria internazionale che ha decretato il vincitore del Best of the Best era composta dalla degustatrice professionista guatemalteca Silvia Escobar; dal presidente della Federação dos Cafeicultores do Cerrado, il brasiliano Glaucio De Castro; dalla direttrice del laboratorio di qualità CoffeeLab, l’indiana Sunalini Narayan Menon; dallo chef stellato Ricard Camarena del ristorante Ricard Camarena Restaurant di Valencia; dagli chef americani Carrie e Rupert Blease che dirigono il ristorante Lord Stanley di San Francisco, insignito di una stella Michelin; da Andrea Aprea, chef che ha appena guadagnato la seconda stella Michelin nel ristorante che porta il suo nome a Milano; dalla scrittrice e giornalista francese Adelaide de Clermont-Tonnere, caporedattrice del magazine Point de vue; da Inga Griese, fondatrice e caporedattrice di Icon, il supplemento sullo stile del quotidiano tedesco Welt Am Sonntag; da Angelina Villa Clarke, giornalista che scrive per le più importanti testate inglesi, fra le quali Forbes. “Il caffè si caratterizza per la sua rotondità, sana e corposa con aromi ricchi e bilanciati di cioccolato, caramello, zucchero di canna e mandorle tostate con un finale delicatamente dolce e armonico. Rappresenta le caratteristiche più autentiche e raffinate di questa origine” è la motivazione con la quale i giurati hanno indicato il vincitore. Matilda De Angelis, Pat Cleveland, Coco Rocha, Candela Pelizza, Tamu Mc Pherson, Carlo Sestini, Simon e Marina Ksandr, Nick Lowry, Tesa Pesic sono solo alcune delle celebrities che si sono date appuntamento alla New York Public Library per celebrare i migliori produttori dei caffè che compongono il blend unico illy durante la cena di gala presentata dallo chef e star televisiva Marcus Samuelsson. L’Ernesto Illy International Coffee Award è anche un importante momento di incontro per i rappresentanti di tutta la filiera del caffè, dai produttori agli esportatori, dai trader alle istituzioni, che nella mattinata si sono dati appuntamento al quartier generale delle Nazioni Unite di New York per partecipare alla tavola rotonda 'Come proteggere il futuro del caffè', alla quale hanno preso parte insieme al presidente Andrea Illy, Vanusia Nogueira (executive director dell’International Coffee Organization), Jeffrey Sachs (economista e co-chair della Regenerative Society Foundation), Oscar Schaps (presidente per l’America Latina di Trading Stone X Financial) e Glaucio de Castro (presidente della Federação dos Cafeicultores do Cerrado Mineiro). —lavoro/made-in-italywebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Articolo precedenteLike a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name, la recensione
Articolo successivoDa Cciaa Roma 2,5 mln per transazione energetica, fino a 10mila euro a azienda