Woody Allen in To Rome with love, tra qualche critica e molte risate VIDEO

419

(Meridiananotizie) Roma, 17 maggio 2012 – Quattro storie si incrociano sullo sfondo della Capitale. Jerry (Woody Allen) e Phyllis (Judy Davis) arrivano a Roma per conoscere il fidanzato italiano della figlia, Michelangelo. Il padre di lui, impresario di pompe funebri, rivela ben presto un inatteso talento canoro, che riesce a esprimere soltanto in momenti privati. Jerry, produttore discografico, vede in questa scoperta un’occasione imperdibile per ridare lustro alla propria carriera. John (Alec Baldwin), famoso architetto di ritorno a Roma dopo trent’anni, incontra Jack, studente americano in viaggio nella Capitale, fidanzato con Sally. Rivedendo molto di se stesso nel giovane, cercherà di metterlo in guardia dai rischi di seduzione e tradimento, incarnati da Monica, la bella e spregiudicata amica della sua ragazza.

Antonio (Alessandro Tiberi) e Milly (Alessandra Mastronardi), una coppia di Pordenone in vacanza a Roma, finiranno separati per un giorno da una serie di equivoci, primo fra tutti la misteriosa comparsa di una “fatale” Penélope Cruz (Anna). Infine, Leopoldo (Roberto Benigni), si ritrova a essere, senza apparente motivo, una celebrità. Bersagliato da giornalisti e fotografi che lo inseguono ovunque, sperimenterà la caducità di una popolarità immotivata. Le gag esilaranti non mancano, in questo film ricco di cammei e dall’inconfondibile tocco “alleniano”, in cui però si percepisce un po’ di stanchezza, forse dovuta ai ritmi serrati delle sue produzioni. La vena creativa resta intatta, ma i fans del regista non hanno dubbi: To Rome with Love è un film fiacco, in cui Woody Allen cita se stesso, ritrovandosi per la prima volta vittima dei suoi stessi cliché narrativi.

Giuliana Gugliotti

Articolo precedenteDiaz – Non pulite questo sangue, il film documento di Daniele Vicari sul G8 di Genova VIDEO
Articolo successivoRoma, al via la quarta edizione di “Le Piazze dell’Agricoltura” promosso dalla Camera di Commercio di Roma