Con un occhio al “futuro” apre il Rome Indipendent Film Festival VIDEO

471

(Meridiananotizie) Roma, 03 aprile 2013 – Partirà il 4 aprile il Rome Indipendent Film Festival con “Il futuro”, della regista cilena Alicia Scherson; la rassegna, giunta al sRIFF2uo dodicesimo anno, prevede dieci lungometraggi stranieri in concorso, sette italiani, e documentari nazionali e internazionali. Il festival conserva il proprio obiettivo originario e dà visibilità a pellicole lontane dai circuiti commerciali dell’audiovisivo, con una selezione di opere provenienti da ogni parte del mondo. Il film fuori concorso che inaugura la rassegna, è tratto dall’ultimo libro di Roberto Bolano, e racconta una Roma diversa dal solito, una città vista dagli occhi di due fratelli adolescenti rimasti orfani prematuramente e diretti da una regista che osserva l’Italia con lo sguardo di chi non ci è nato.

Nel cast compaiono nomi come Rutger Hauer  a cui si accompagna una interessante squadra di giovani: Manuela Martinelli, Luigi Ciardo e Nicolas Vaporidis, che dopo aver partecipato a film commerciali per il grande pubblico, si cimenta nel cinema indipendente. La scrittrice Lidia Ravera, neo assessore alla cultura alla Regione Lazio, tra i promotori del festival, spiega l’importanza del cinema per il territorio sia sul livello culturale che economico. Tra i lungometraggi in concorso, “Carta Bianca”, di Andres Arce Maldonado, che racconta la struggente storia realmente accaduta a Ferrara di un marocchino morto congelato sotto lo sguardo di una telecamera di sorveglianza di una fabbrica e sotto gli occhi indifferenti dei passanti.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews di Eventi

RIscARTI, a Roma il primo Festival del riciclo creativo VIDEO

Dal 4 al 7 aprile nella Capitale parte “Da Mieli a Queer” Festival dedicato a Mario Mieli VIDEO

Le aquile portano le uova di Pasqua ai bambini del Policlinico VIDEO

Articolo precedenteUn tesoro nascosto al Portuense, arrestata banda di topi d’appartamento VIDEO
Articolo successivoLavoratori Tpl in piazza: “Grazie al sindaco Alemanno se lavora e non se magna” VIDEO