Europa Legue, Galatasaray-Lazio 1-0. Parte male l’avventura europea dei biancocelesti

50

(Meridianannotizie) 17 settembre 2021 – Brutta, brutta, brutta Lazio anche in Europa!!! E questo è un dato di fatto che, però, non vuole essere la sentenza definitiva per una squadra che ha cambiato, radicalmente, tattica di gioco e che deve acquisire, come anche espresso più volte da Mister Sarri, che di calcio qualcosa capisce, la mentalità giusta per essere vincente e per affrontare a testa alta ma soprattutto per andare ad aggredire alti, ogni avversario.

E non vogliamo neanche colpevolizzare oltre misura, l’evidentissima “papera” gigantesca di Strakosha che rientrava tra i pali della porta biancoceleste dopo una lunga assenza.

Insomma, quello che ci sentiamo di dire per ora è, “calma“; “testa bassa” e “lavorare, lavorare, lavorare“.

Crediamo che gli schemi di Mister Sarri, hanno bisogno di un po’ di tempo per essere assimilati e per essere attuati e diventare meccanismi a cui tutto l’organico biancoceleste partecipa in modo automatico.

Lo stesso allenatore biancoceleste, che osserva da tecnico esperto le gare e non solo con gli aspetti emotivi che coinvolgono, giustamente, i tifosi, nonostante la sconfitta, ha visto dei passi in avanti nel lento processo di acquisizione di uno schema tattico che Sarri vuole dare alla sua squadra. “Mi sono piaciute alcune cose che ho visto – dichiara Sarri che prosegue –  Bisogna lavorare più sugli spazi e sulla profondità, però rispetto a Milano ho visto delle buone cose“.

E siamo sicuri che già da domenica pomeriggio, in casa contro il Cagliari, la Lazio potrà e saprà rialzare la testa in campionato. In questa situazione delicata, sarà molto importante l’apporto del pubblico sugli spalti che, incondizionatamente, dovrà far sentire (ne siamo certi) il suo affetto verso i propri beniamini e fare sempre la sua parte, quella del 12° uomo in campo.

Le dichiarazioni degli allenatori nel post-gara

Terim – “Non è facile giocare con la Lazio. È una squadra con giocatori e con allenatore molto bravi, capaci di giocarsi lo scudetto nel campionato italiano. Noi siamo una squadra giovane ed è normale commettere qualche errore. Meno li commettiamo, più grandi saranno i passi che faremo verso il diventare una squadra più grande. Non è facile giocare ogni minuto di gioco, con e senza palla, con una concentrazione al 100%, e tutti, fino all’ultimo giocatore che è entrato, hanno giocato con una grande intesa“.

Oggi (ieri – NDR), francamente, la cosa che mi rende più felice è che il Galatasaray sia in Europa. È stato un bel ritorno e dopo questa partita meritiamo i 3 punti. Abbiamo iniziato bene, ma siamo all’inizio del percorso. Vinceremo o perderemo ma questi ragazzi stanno facendo ogni momento un po’ più di esperienza, godendosi il gioco che fanno“.

Sarri – “La sconfitta di stasera non è come quella di Milano. Non abbiamo sofferto e sembrava una partita sotto controllo. L’errore di Strakosha fa parte purtroppo del gioco, però io vedo dei passi in avanti, anche se ancora i giocatori non trovano le distanze giuste tra i reparti. Noi ci teniamo all’Europa League malgrado il turnover ed i cambi fatti. I nuovi come Basic e Zaccagni hanno fatto bene, secondo me. Questa sconfitta ci complica il girone, ma dobbiamo non pensare al risultato ottenuto perché io ho comunque visto dei passi in avanti.

Ho visto dei passi in avanti e non mi posso far condizionare da un risultato sfortunato e fortuito. Mi sono piaciute alcune cose che ho visto. Bisogna lavorare più sugli spazi e sulla profondità, però rispetto a Milano ho visto delle buone cose.

Il Tabellino della gara

Galatasaray Lazio 1-0: risultato e tabellino

Marcatori: 67° autogol Strakosha

GALATASARAY (4-2-3-1): Muslera; Yedlin, Marcao, Nelsson, Van Aanholt; Kutlu, Antalyali (78° Emre Kilinc); Morutan (85° Feghouli), Cicaldau (90° Luyindama), Kerem (78° Babel); Dervisoglu (90° Mohamed).

A disp.: Cipe, Ozturk, Omer Bayram, Kaan Arslan, Atalay, Diagne.

All.: Fatih Terim

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Akpa Akpro (55° Milinkovic), Leiva (83° Cataldi), Luis Alberto (66° Basic); Felipe Anderson (66° Pedro), Immobile (55° Muriqi), Zaccagni.
A disp.: Reina, Furlanetto, Patric, Radu, Marusic, Escalante Moro.
All.: Maurizio Sarri

———————————

Arbitro: Matej Jug

Ammoniti: Muslera, Akpa Akpro

———————————

  • articolo di Massimo Catalucci

 

———————————

Altri articoli scritti da Massimo Catalucci dei Campionati della S.S. Lazio – Stagione 2021/2022: Serie A e Coppe 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedentePomezia, il comandante dei vigili del fuoco Francesco Milone in pensione dal 1 settembre scorso. Il Comune lo ringrazia
Articolo successivoRoma, Assotutela: “Firmiamo petizione per riaprire gli ospedali”