I cittadini di Ardea al Sindaco Raggi e al Presidente Zingaretti: “La nostra salute è più importante dei vostri voti per Roma. No alla riapertura della discarica di Roncigliano”

310

(Meridiananotizie) Ardea, 4 agosto 2021 – I cittadini di Ardea e nello specifico, i residenti nel territorio di Montagnano ai confini con il Comune di Albano, si sentono raggirati da un gioco di potere condiviso tra il Sindaco di Roma Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha, secondo i cittadini stessi, un solo fine, liberare la Capitale dai rifiuti e spostarli in provincia per poggiare la loro prossima campagna elettorale alle amministrative di Roma Capitale, fregiandosi di aver risolto un problema con una soluzione che, dicono, non gioverà, né ai cittadini romani, né tanto meno ai cittadini della provincia romana.

Ma soprattutto, portare i rifiuti della Capitale in siti che già non riescono a smaltire i rifiuti prodotti dai cittadini della provincia romana, significa creare un danno, in primo luogo all’ambiente circostante (sono molte le piantagioni e gli allevamenti alle porte di Roma, l’agro pontino ne è un esempio eclatante) e di conseguenza alla salute delle persone; in secondo luogo, crea danni all’economia e al patrimonio dei cittadini, in particolare di coloro che vivono a ridosso delle discariche (vedi quella di Roncigliano dove insistono molti agglomerati residenziali nei comuni che confinano con la discarica pubblica).

Insomma, i cittadini leggono nella decisione del Sindaco di Roma, Virginia Raggi, un vantaggio tutto suo: “La nostra salute è più importante dei vostri voti per Roma – dichiarano alcuni cittadini che aggiungono in coro – No alla riapertura della discarica di Roncigliano“.

La mossa del Sindaco di Roma di spostare i rifiuti della Capitale in provincia è vista dai cittadini come una strategia politica creata ad hoc dalla stessa per cercare di accaparrarsi qualche voto alle prossime elezioni amministrative in programma nella Capitale in autunno e sulla base di ciò non accettano tale strumentalizzazioni.

Ma ancora prima, c’è in gioco la salute delle persone che già vivono una situazione ambientale fortemente degradata, sono anni che i cittadini chiedono al Sindaco Raggi di bonificare Via ardeatina (di sua competenza) in prossimità della discarica pubblica di Roncigliano (clicca qui).

Evidentemente, al Sindaco di Romacommenta il Consigliere di Ardea Maurice Montesi (Fratelli d’Italia) – non interessa trovare soluzioni concrete che possano soddisfare le esigenze della Capitale e della Provincia, in termini di rifiuti. Le sue decisioni sono protratte solo ad avere la sua visibilità per la corsa alle elezioni del prossimo Sindaco della Capitale. Ma questa guerra che noi stiamo combattendo appoggiando i cittadini della provincia romana, insieme ad altri Sindaci dei Comuni limitrofi alla discarica pubblica di Roncigliano, non ha colore e non ha interessi di partito. Ringrazio il Sindaco di Albano Massimiliano Borelli, per essere sempre stato in prima linea in questa lotta comune per  il territorio. Infatti – conclude Montesi – io mi trovo in strada insieme ad altri colleghi di altri comuni che hanno colori politici diversi dai miei, perché questa guerra che stiamo combattendo sul territorio ha un unico scopo, liberare la provincia da altri gravi oneri già fortemente degradata dalla mancanza di opere urbanistiche di primaria importanza e servizi pubblici vari.

I cittadini, che oramai sono determinati a portare avanti la loro protesta, stanno anche pensando di creare una “class actionper far valere, in via giudiziaria, la tutela dei loro diritti.

  • articolo di Massimo Catalucci 

————————————————–

  • altri articoli inerenti l’argomento su trattato:

 

 

 

 

Articolo precedenteCovid. Cittadini (Aiop): “Attacco hacker Lazio campanello allarme, tutelare dati sanitari”
Articolo successivoRugby, l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Lanuvio