Serie A. Fiorentina-Lazio 0-3. I biancocelesti vincono e convincono. Doppietta di Immobile dopo il gol di Milinkovic

89

Mister Sarri soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi e della difesa che inizia a dimostrarsi più solida

– articolo di Massimo Catalucci

 

(Meridiananotizie) Firenze, 5 febbraio 2022 – La lazio appare dare segnali positivi riguardo gli equilibri in campo, in particolare nel reparto difensivo dove non prende gol da 4 gare Udinese in Coppa Italia, vinta per 1 a 0; poi, in campionato, a Salerno 3 a 0 per i biancocelesti che si sono ripetuti oggi con lo stesso risultato fuori casa, contro la viola. Unica gara senza gol è lo 0 a 0 in casa contro l’Atalanta.

Oggi si è vista una buona Lazio in un campo difficile con una squadra ostica che in casa segna molto. E infatti la prima azione da gol ce l’ha nel primo tempo la Fiorentina quando Cabral stacca di testa su un cross in area laziale e schiaccia a terra verso la porta avversaria ma un bravo e reattivo Strakosha, non si fa sorprendere e respinge sulla linea.

Lazio brava a neutralizzare il pressing alto dei ragazzi di Mister Italiano. Molto giro di palla fino ad attendere l’imbucata giusta per gli attaccanti. Ma la Fiorentina è molto attenta e solo nella seconda parte del primo tempo, la Lazio riesce a trovare sbocchi per impensierire la porta viola.

Buona prova di tutta la squadra biancoceleste. Luis Alberto si è mosso bene ed è riuscito più di una volta a dare maggior brio alla manovra laziale. Leiva, preferito da Mister Sarri a Cataldi, entrato poi nella ripresa al posto del brasiliano esausto, ha fatto un buon filtro  a centrocampo.

Bello il gol al secondo tempo di Milinkovic-Savic, su una palla data in mezzo all’area viola da un ottimo Zaccagni che anche oggi ha alzato un poco la sua assicella di rendimento e continuità.

Cosa dire di Immobile? Oramai, ogni aggettivo sarebbe insufficiente, doppietta oggi per lui e sono 19 le reti segnate in campionato, fin ora, staccando di due lunghezze Vlahovic che deve ancora giocare la gara di questa 24a giornata. Cosa si può dire a questo “scugnizzo”  che sono anni che è li ha confrontarsi con nomi molti più altisonanti di lui ma a cui ha strappato anche dei titoli, vedi la scarpa d’Oro “sfilata” ad un certo Lewandowski, oppure, il titolo di miglior marcatore vinto in Italia quando Ronaldo militava nella Juve, a cui aggiungiamo anche il titolo di Campione d’Europa?

Oggi è stato bello vedere anche Felipe-Anderson entrare al secondo tempo al posto di un Pedro sfinito e recuperare palloni sulla fascia destra, ripiegando in copertura, a volte con diversi metri si svantaggio dal suo avversario e riuscendo a far ripartire al sua squadra.

Insomma una buona Lazio che se continua con questi ritmi, con questo gioco e con la convinzione che ha nelle sue “corde” la “melodia” giusta per “suonare” lo spartito  che il  Maestro d’orchestra Sarri gli assegna ad ogni gara,  ha la possibilità di divertirsi, far divertire e raggiungere buoni obiettivi.

Le dichiarazioni degli allenatori nel post-gara

Italiano – “Non è stata una partita da 0-3, per quello che si è visto nel primo tempo, e per l’equilibrio che si è visto su tutto l’arco del match. Va comunque dato merito alla Lazio, una squadra che sa punirti alla prima disattenzioni. Noi abbiamo le qualità e le capacità per poter ripartire velocemente, e la prestazione della prima frazione è chiara in questo senso. Abbiamo lasciato spazio dietro alla linea di centrocampo con troppa continuità, non mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra nei gol presi, non abbiamo avuto qualità difensiva in situazioni leggibili ed evitabili”.

“Questa serata è meno disastrosa di quel che potrebbe sembrare. I gol di Vlahovic me li aspetto dagli esterni, da Piatek, da Cabral, hanno tutti qualità che possono segnare in qualunque momento. Dusan era il nostro finalizzatore, ma dietro ci stava tutta una macchina ed un gruppo che troverà un nuovo finalizzatore fra coloro che adesso potranno occupare quella posizione. Quella di stasera non è una sconfitta figlia delle polemiche degli ultimi giorni fra Vlahovic e le parole del presidente. Questo passo falso ci farà bene, lavoreremo per rimanere il più alto possibile”.

Sarri – “Noi abbiamo dei giocatori bravi nelle ripartenze e quindi cerchiamo di aspettare bassi gli avversari per ripartire”.

“Immobile è un centravanti che fa oltre 30 gol a stagione per cui bisogna partire dalle caratteristiche di questo ragazzo”.

“Luiz-Felipe è quello più preparato nella difesa che ora sta giocando ma chi mi sta sorprendendo è Patric, sta facendo ottime gare”.

“Ora, la squadra è questa, il mercato è chiuso e detto ciò, io avevo visto, comunque, la squadra già in crescita. E’ normale che la società quando ha dei giocatori che non si utilizzano e fanno il 26°, 27°, 28° della Rosa è bene mandarli a giocare altrove”.

“Ma il mancato acquisto di alcuni giocatori, non deve essere un alibi. Ora avremo un “tour de force”, giocheremo ogni tre giorni tra coppe e campionato, dobbiamo impegnarci e continuare così”

Il tabellino della gara

Fiorentina-Lazio 0-3: il tabellino

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenkovic, Nastasic, Biraghi; Bonaventura (76° Ikoné), Torreira, Duncan (59° Castrovilli); Callejón (59° González), Arthur Cabral (76° Piatek), Sottil (88° Amrabat).

A disp: Dragowski, Martinez Quarta, Saponara, Maleh, Terzic, Kokorin, Igor.

All.: Italiano.

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari (69° Hysaj), Luiz Felipe, Patric, Marusic, Milinkovic Savic, Lucas Leiva (59° Cataldi), Luis Alberto (76° Basic); Pedro (59° Felipe Anderson), Immobile, Zaccagni.

A disp.: Reina, Adamonis, Cabral, Romero, Radu, Moro, André Anderson, Floriani Mussolini.

All.: Sarri.

Arbitro: Orsato di Schio
Assistenti di linea: Liberti – Mastrodonato
IV Uomo: Paterna
VAR: Chiffi
AVAR: Costanzo

Marcatori: 52° Milinkovic Savic (L), 72° Immobile (L), 81° aut. Biraghi (L)

Note – ammoniti Leiva, Pedro, Lazzari (L), Bonaventura, Torreira (F). Espulso Torreira (F) per doppio giallo. Recupero: 2′ pt, 2′ st

———————————————

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serie A. Lazio-Empoli. Riparte il campionato, squadre decimate dal Covid-19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedenteCaro bollette, Durigon e Giannini (Lega): “Enti Locali in difficoltà, urge scostamento bilancio”
Articolo successivoGiornata mondiale contro il Bullismo, Ecoitaliasolidale: “Potenziare nelle scuole gli sportelli di ascolto”