Serie A. Udinese-Lazio. Trasferta difficile per i biancocelesti, out diversi titolari

69

Mister Sarri dovrà reinventare la squadra da mandare in campo, assenti: Acerbi, Immobile, Luis alberto, Leiva, Lazzari. In panchina giovani della primavera 

– articolo di Massimo Catalucci

www.massimocatalucci.it

(Meridiananotizie) Udine, 20 febbraio 2022 – Questa sera, nel posticipo della 26a giornata del girone di ritorno del massimo campionato di calcio di Serie A, la Lazio con inizio alle ore 20:45, al Dacia Arena di Udine, affronterà la squadra locale allenata da Mister Cioffi.

Problemi di formazione per Mister Sarri che dovrà reinventare la formazione: fuori per malattia, infortuni e squalifiche, 5 titolari. E se si considera che la Lazio ha giocato poche ore fa la difficile trasferta ad Oporto di Europa League con un alto dispendio di energie fisiche e menatali e il fatto che, in panchina quest’oggi siederanno ragazzi della primavera biancoceleste, la cosa si fa ancora più complicata.

E’ il solito discorso della coperta corta, in casa Lazio. Probabile che oggi vedremo in campo anche il neo arrivato Cabral.

I biancocelesti troveranno un’Udinese agguerrita perché la sua classifica sta diventando sempre più pericolosa (attualmente si trova a 3 punti dalla zona rossa della retrocessione) per cui sarà determinante per i ragazzi di Mister Sarri, l’approccio mentale giusto e la capacità di tenere palla come ha fatto vedere contro il Porto giovedì sera. In questo modo la Lazio, potrà arginare gli attacchi dei bianconeri di Cioffi e puntare sulla velocità dei suoi attaccanti, Pedro e Zaccagni sugli esterni con Felipe Anderson al centro, falso 9.

Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-gara

Cioffi – “È stata una settimana anomala perché ci siamo visti togliere sei punti: tre, meritatamente, dal Verona e tre dalla giustizia sportiva. Non entro in merito perché non è il mio compito quindi con piacere rigiocheremo quella partita. La gara contro il Verona è stata anomala perché la prestazione c’è stata. Onore al Verona perché ha avuto il cento per cento delle finalizzazioni, noi 0%. Come squadra non vogliamo cercare alibi. Non c’è, né fortuna, né sfortuna. La fortuna con il Torino ce la siamo creata e la non fortuna con il Verona ce la siamo creata. L’aspetto importante che focalizza il tutto è che ci siamo dimenticati perché abbiamo vinto con il Torino”.

Il nostro atteggiamento di squadra è e vuole essere chiaro e definito perché il DNA e l’identità dell’Udinese sono ben definiti. Si tratta di un’identità fatta di atteggiamento difensivo, al quale va aggiunto del bel gioco. Contro il Verona c’è stato il bel gioco ma non l’identità, non giochiamo per esercizio di stile ma per cercare di fare punti con solidità e con lo stile che ha caratterizzato Udinese negli ultimi anni, cercando di perfezionarlo e renderlo più accattivante”.

Mi aspetto una gara simile a quella dell’Olimpico perché Sarri ha quello stile di gioco, uno stile di palleggio, una costruzione manovrata e palleggiata. Quest’anno è una Lazio diversa, in contraddizione con quelle che sono le caratteristiche dello stile dell’allenatore. È una squadra forte che, nonostante le assenze, merita di stare ai vertici. Quindi, per noi sarà una partita insidiosa dove non basterà fare tutto perfetto”.

Sarri – “Domani (Oggi – NDR) servirà la personalità, determinazione ed applicazione viste giovedì contro il Porto ma l’Europa League va considerata un capitolo a parte. Noi adesso dobbiamo avere la forza di pensare al campionato, evitando di ripetere determinati errori commessi in stagione dopo le gare europee. Tornare a Roma per poco tempo sarebbe stato scomodo, così abbiamo preferito rimanere e riposare qualche ora in più, sperando che questo possa darci una mano sotto tutti i punti di vista e ripagarci”.

I due precedenti avuti con loro in stagione ci dicono che sarà una gara difficile materialmente e mentalmente: sia perché ci hanno sempre impegnato a fondo e sia perché siamo nella classica situazione che in questa stagione abbiamo sempre pagato, ovvero affrontare squadre di media classifica dopo l’Europa. La difficoltà della partita è palese, vedremo se abbiamo fatto dei passi in avanti“.

Le probabili formazioni

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Marì, Perez; Molina, Arslan, Makengo, Walace, Soppy; Beto, Deulofeu.

All.: Cioffi.

Lazio (4-3-3): Strakosha; Hysaj, Luiz Felipe, Patric, Marusic; Cataldi, Basic, Milinkovic-Savic; Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni.

All.: Sarri.

La squadra arbitrale, VAR e AVAR

Arbitro: Massimi

Assistenti di linea: Vecchi e Cecconi.

IV Uomo: Marcenaro.

VAR: Nasca

AVAR: Margani.

Dove seguire la gara in diretta TV e in Streaming 

La partita Udinese-Lazio si giocherà alle ore 20:45 e sarà trasmessa in esclusiva su Dazn. Gli abbonati potranno gustarsi il match della Dacia Arena tramite app Dazn sulle proprie smart tv oppure collegare al proprio televisore una Playstation o XBox, o TIMVISION BOX, ad un dispositivo Amazon Fire TV Stick o Google Chromecast. In alternativa la sfida fra Sarri e Cioffi sarà visibile tramite app Dazn, su dispositivi mobili quali: smartphone, tablet e pc.

———————————

  • Altri articoli di Massimo Catalucci relativi ai campionati di Serie A e Coppe della S.S. Lazio  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serie A. Lazio-Empoli. Riparte il campionato, squadre decimate dal Covid-19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedenteUna nuova illuminazione pubblica per Sabaudia
Articolo successivoAl via il XLI Certamen Ciceronianum Arpinas, studenti italiani e stranieri in gara per il titolo di “campione del mondo di latino”